Circolo Fotografico Scledense BFI

La leggerezza della danza

Colui che danza cammina sull’acqua e dentro una fiamma.

(Garcia Lorca)

La danza è più vicina al volo che al movimento o alla traslazione dei corpi. È una delle prove che l’animale uomo si è staccato dalla mera sopravvivenza e compie azioni, rituali, non legati alla semplice sopravvivenza.

Il cerchio

Presso i popoli cacciatori prevalevano le danze di imitazione animale, che venivano eseguite in cerchio. Il cerchio è comune a un’infinità di danze di tutto il mondo, è presente anche in quelle moderne e sopravvive persino nei giochi dei bambini. Per gli antichi cacciatori era il modo simbolico con cui la tribù circondava e imprigionava gli spiriti del male e allo stesso tempo catturava la preda e quindi si assicurava il cibo per la sopravvivenza.

Fila, serpentina, spirale

Poi i movimenti, i passi, perdettero a poco a poco la loro funzione “imitativa”, divenendo più composti e ordinati: dal primitivo cerchio si passò alla fila, alla serpentina, alla spirale, ai gruppi di tre, alla coppia e alle esibizioni singole.
Presso tutte le grandi civiltà antiche la danza continuò a occupare un posto importante nella vita religiosa e sociale. Egizi ed Ebrei la intendevano come una manifestazione di festoso omaggio alla divinità.

Nella Bibbia

… è raccontato l’episodio di Maria, sorella di Aronne, che, dopo il passaggio del Mar Rosso, danza accompagnata da un coro di donne per rendere grazie al Signore. Sono inoltre descritte le danze degli Ebrei intorno al vitello d’oro e la danza dello stesso re Davide intorno all’Arca santa.

Danze austere, festose, guerresche

L’antica Grecia, culla di tutte le arti, coltivò particolarmente la danza, inventata e protetta, secondo la leggenda, da Tersicore, una delle nove Muse. Al di là del mito, i Greci fecero della danza una vera e propria arte, considerandola una cosa sola con la musica e un importante strumento educativo e formativo della gioventù.

Tra le danze dell’antica Grecia di cui ci è giunta notizia, particolarmente importanti sono

  • la solenne, austera emmeleia,
  • la festosa sikinnis,
  • il kordax, danza di coppia,
  • la pirrica, danza guerresca.

Le danze dei sacerdoti

Anche i Romani avevano le loro danze. Una delle più antiche era il tripudium che i sacerdoti di Marte, i Salii, eseguivano durante i riti primaverili per seminagione e la purificazione dei campi. I danzatori percuotevano il suolo con i piedi, in sequenze di tre colpi l’una, accompagnati dal ritmo battuto sugli scudi. A questo tipico movimento ternario è appunto dovuto il nome tri-pudium.
Un’altra danza, in parte di provenienza greca ed etrusca, era quella che si eseguiva durante la festa del primo di maggio o calende di maggio. Giovani e ragazze uscivano all’alba e, danzando a suon di musica, si recavano nelle campagne e nei giardini a cogliere rami verdi con i quali ornavano poi le porte delle case di parenti e amici.

I giovani e la danza


Se la danza è così connaturata alla cultura dell’uomo, particolarmente affascinante è vedere i giovani cimentarsi nelle piroette e nei movimenti sincronizzati dei corpi. Forse i movimenti sono meno esperti e precisi, forse la tecnica ogni tanto fallisce, ma vi è una freschezza che solo la gioventù sa trasmettere.

Mario Paoletto è andato a fotografare una compagnia di danza e, con le sue foto, è riuscito a trasmettere questa freschezza.


Fotografie scattate da Mario Paoletto al Teatro Civico durante uno spettacolo mella stagione 2018-19.

Ci dispiace di non citare la compagnia fotografica, ma non riusciamo a trovare la locandina

Per la storia della danza abbiamo attinto, tra gli altri, al sito:

http://www.accademiaarsantiqua.net/2010/07/10/la-danza-nella-preistoria-e-nellantichita-cap-ii/

Informazioni su cfschio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/02/2023 da in Gallerie con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: