Circolo Fotografico Scledense BFI

Antiche cartoline

C’era un tempo la tipolitografia Marzari.

Fu fondata da Paolo Marzari nel 1894 che investì in macchine nuove che permettevano la riproduzione delle mezzetinte, utili per i cataloghi che l’industria tessile scledense gli commissionava.

La produzione si sviluppò e l’azienda Marzari aveva già 70 dipendenti quando cominciò a stampare cartoline, era il 1908. Dopo lo stop della prima guerra mondiale, la produzione Marzari riprese e ben presto riuscì a realizzare le prime stampe a colori. In breve divenne una delle più importanti industrie europee del settore. Il settore delle cartoline rimase uno dei più importanti anche nel secondo dopoguerra. Nell’ultimo decennio del secolo scorso l’industria Marzari chiuse, rimaneva un archivio immenso di lastre e pellicole che contenevano immagini di grande interesse storico.

Quest’anno, quel che resta dell’archivio Marzari è passato in custodia al Circolo Fotografico Scledense che, con l’aiuto del comune di Schio, sta conservando e inventariando il materiale.

Un incontro con i protagonisti

Lo scorso 13 maggio abiamo incontrato, presso la nostra sede, alcuni dei protagonisti dell’industria Marzari, si tratta di:

Dino Sassi, fotografo professionista e autore di innumerevoli libri fotografici.

Tra questi ricordiamo “Acqua e lana” un appassionante viaggio lungo l’archeologia industriale. Dino ci ha raccontato il suo lavoro che consisteva di viaggiare sempre all’estero a scattare fotografie e promuoverne la vendita. Infatti le cartoline Marzari si vendevano nei più lontani negozi scozzesi, o in Grecia, Svezia, Francia, Spagna … Le foto scattate da Dino e stampate dall’industria Marzari hanno letteralmente girato il mondo.

Enzo Filippi Farmar, ex dirigente dell’industria Marzari e poi custode appassionato del suo archivio. Ora, non potendo più tenerlo, si è preoccupato di salvare l’archivio e dal suo incontro con Paolo Tomiello, presidente del nostro circolo, è nata la consegna del prezioso materiale alla nostra custodia.

Corrado Marzari, figlio di Paolo Marzari che ha scelto di lavorare in campo tipografico con un’attività indipendente. Durante la serata ci ha mostrato delle sorprendenti foto a colori che risalgono al primo novecento, quando la riproduzione a colori era un processo innovativo e sperimentale.

Antiche cartoline

È iniziato il processo di digitalizzazione delle lastre in vetro. Si tratta di un lavoro molto delicato, dato che le lastre hanno accumulato la sporzizia e la polvere di un secolo e il vetro può essere pulito solo dal lato che non contiente l’immagine. Tutti i difetti e le macchie che appartengono al lato con l’emulsione vanno direttamente in scansione e possono essere eliminati solo con un’elaborazione grafica.

Il lungo lavoro ha già ottenuto dei risultati: sono state scansionate e pulite numerose cartoline che appartengono alla prima metà del XIX secolo e che riguardano le principali località del vicentino.

Le illustreremo venerdì 24 giugno ore 20:30 presso il Palazzo Fogazzaro di Schio

Vi aspettiamo


Le foto di questo articolo sono di Alessandro Colombo

Informazioni su cfschio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21/06/2022 da in Eventi CFS con tag , , , .

Navigazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: