Circolo Fotografico Scledense BFI

Antiche foto di Valli del Pasubio

Come già detto, il Circolo Fotografico Scledense ha acquisito una parte dell’imponente acrchivio fotografico della ditta Marzari. Si tratta di una ditta che per un secolo ha lavorato nel campo della tipografia e fotografia industriale e per buona parte del Novecento ha stampato cartoline, prodotti a basso costo in grado di raggiungere un pubblico molto vasto.

Le foto di Marzari

abbracciano tutta l’italia e il periodo che va dal 1900 quando ricevette l’incarico di stampare le cartoline commemorative dei funerali di Umberto I all’ultimo decennio del secolo quando la ditta chiude e lo stabimento viene demolito per permettere la trasformazione degli opifici in appartamenti.

Si tratta di un archivio importantissimo, tra i più importanti d’Italia.

L’archivio pesa quasi due tonnellate dato che i negativi sono in buona parte su vetro e solo una parte riguarda pellicole di grande dimensione. Con l’aiuto del comune di Schio ora sono al sicuro.

Digitalizzare e archiviare

È cominciata l’opera di digitalizzazione, i vetri sono puliti posati sullo scanner e digitalizzati. Man mano che il lavoro prosegue emergono pagine di storia.

Valli del Pasubio

Un tempo si chiamava Valli dei Signori e valle di Conti, divisi tra loro dal torrente di fondovalle (Vogra, Levogra poi Leogra), dove per signori sin intendevano i Maltraversi, poi i Visconti finché non subentrò la Repubblica Veneta.

Mutò nome agli inizi del novecento e la prima guerra mondiale rafforzò il legame con il monte dove per 3 anni si combatté una guerra furiosa, il monte Pasubio era diventato il simbolo dei confini italiani.

Antiche foto

Ed ecco un piccolo estratto dell’archivio Marzari.

Strada che conduce al Monte Pasubio

In primo piano la strada militare realizzata durante la 1° GM, un’auto di quelle che circolavano tra il 1920 e il 1940 e sullo sfondo il Pasubio.

Ancora un’immagine del monte Pasubio e delle ultime contrade di Valli del Pasubio.

La chiesa di Valli del Pasubio alta sopra la strada che conduce al monte.

Ed ecco la chiesa di Valli del Pasubio in un momento imprecisato prima o dopo l’ultima guerra quando le auto erano ancora poche e di pochi.


Per una storia della fotolitografia Marzari vedi qui.

Informazioni su cfschio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16/12/2021 da in Gallerie con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: