Circolo Fotografico Scledense BFI

Alla scoperta del passato

L’acquisizione dell’enorme Archivio Marzari da parte del Circolo Fotografico Scledense ci ha consegnato prospettive inedite di conoscenza del passato.

Un lungo recupero

La procedura per restituire un’immagine integra partendo dalle originali lastre di vetro, peraltro spesso assai deteriorate, è lunga e complessa. Anzitutto bisogna pulire il vetro utilizzando prodotti neutri, ma questa operazione si può svolgere solo sul lato che non è stato emulsionato: rimangono macchie e strisciature di varie forme e dimensioni, ma questo è inevitabile perchè le lastre risalgono tutte alla prima metà del secolo scorso, e purtroppo non sono state ben conservate. La lastra pulita viene quindi scansionata e trasferita in digitale.

Graffi e macchie

A questo punto inizia il lungo e certosino lavoro di restauro: eliminazione delle graffiature e delle macchie e, quando è possibile, ricostruzione delle parti deteriorate.

Attualmente mi sto occupando proprio di questa operazione: che noia, direte voi! In parte è vero, però, come nel caso di questa foto del Duomo di Schio ripreso dall’inizio di Via Garibaldi, si fanno anche …

Scoperte straordinarie

La prima immagine (foto 001) è la scansione originale: come si vede, gli angoli in alto e altre zone sono molto rovinate. Bene, cominciamo a ripulirla.

001

Dopo circa un’oretta di lavoro sono giunto a questo risultato (foto 002): non è perfetta, ma è già molto migliorata.

002

La foto ha un indubbio fascino: è molto ben composta, con i muri delle due case che fanno da quinta e inquadrano perfettamente il Duomo. E poi le tre auto accuratamente posizionate, e la sapiente alternanza di chiari e di scuri. Parliamo di una foto che va ben oltre la mera documentazione di un luogo, veramente notevole per il tempo in cui è stata realizzata. E’ una foto che ci proietta negli anni trenta (lo ipotizzo dal tipo di automobile e dal vestiario delle persone), con uno straordinario spaccato del tempo, rappresentato dalla zona in basso a destra.

Dentro la foto

A questo punto mi sono accorto che l’immagine, invero piuttosto complessa, contiene al suo interno scene dotate di vita autonoma, e mi sono divertito a ricrearle: parliamo della cosiddetta “foto dentro la foto”, realizzata nella speranza di non dispiacere all’autore originario che purtroppo è anonimo.

Ecco allora (foto003) una visione parziale della Piazza e del Duomo, con due automobili, l’altissimo muro della Chiesa e due figure sedute alla base di una colonna.

003

E poi (foto 004) la terza auto con all’interno il conducente, e davanti una donna che probabilmente sta vendendo dei prodotti alimentari (non si capisce bene) posizionati in una teca di vetro sopra un cassone, il tutto collocato di fianco ad un’edicola.

004

L’edicola

Quest’ultima appunto, a mio parere il dettaglio più interessante della foto originale, l’ho rifotografata (foto 005) prima in modo parziale abbinandola alla Canonica, e poi nella sua interezza (foto 006), con la struttura di ferro e le decine e decine di giornali e riviste appesi.

La grande lastra originale è così ben incisa che, ulteriormente ingrandita (foto 007), consente di leggere quasi tutti i titoli dei giornali e delle riviste: c’è il mitico Giornalino per ragazzi, il giornale con i programmi radiofonici, riviste di ogni genere, addirittura un giornale francese posto accanto alla “Vedetta Fascista”, ed anche la pubblicità di uno spettacolo teatrale sulla figura dantesca di Pia de Tolomei.

007

E non è ancora finita; nei pressi della testa di figura maschile ecco l’ultima sorpresa: stampate su un almanacco e un’altra rivista si leggono due date, e precisamente 1931 e 1932, che collocano esattamente la foto nel preciso momento storico in cui è stata realizzata.

Paolo Tomiello


Cosa si leggeva nel 1932?

L’amore occupa lo spazio più ampio, declinato negli aspetti più esotici: Parole d’Amore, Amore di zingari, Tabù, Pia dé Tolomei, Amore, …

Un posto d’onore è dedicato alla radio. Scoperta da Guglielmo Marconi a cavallo del secolo, la prima trasmissione pubblica risale al 6 ottobre del 1924. Negli 8 anni che separano l’inizio delle trasmissioni alla data della foto, la radio era diventato il mezzo di comunicazione di massa più diffuso. Girare una manopola e sentire voci che provenivano da lontani continenti sembrava una magia che non finiva di stupire. Ed ecco che l’edicola si riempie: Il Giornale della Radio, La radio per tutti, Radio Corriere,

Ai bambini è dedicato uno spazio apposito: Il bambino, Mondo bambino, Il giornalino, Il Balilla, …

Lo sport è un sempreverde, allora e oggi: Fonosport, Calcio calendario, Calcio, Corriere dello Sport …

La letteratura è uscita dalle biblioteche e si trova anche in edicola: L’Italia letteraria, La lettura, …

L’informazione: Corriere della sera, il Gazzettino, Vedetta fascista (poi Giornale di Vicenza dal 1943), L’Echo de Paris, la Settimana del popolo, …

Il travaso delle idee giornale satirico di epoca giolittiana che durò fino al dopoguerra. Di cosa si occupava El rajon, forse cultura dialettale?

Infine una scoperta sorprendente, nell’Italia fascistizzata un barlume della Russia dei Soviet, sostenuto da mollette tra La settimana del popolo e Vicenza una pubblicazione dedicata a … MOSCA.

Informazioni su cfschio

3 commenti su “Alla scoperta del passato

  1. Anonimo
    13/02/2022

    Una attenta analisi, non priva di fascino, che accompagna lo sguardo alla scoperta di particolari difficilmente rilevabili ad occhio nudo (merito anche delle nuove tecnologie). Mi complimento per l’acquisizione di questo interessante Archivio e con Paolo che, con la sua attenta lettura, ce ne rende partecipi. Buona Luce!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13/02/2022 da in Gallerie con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: