Circolo Fotografico Scledense BFI

LA CAMMINATA SUL FUOCO

SRI LANKA – KATARAGAMA FESTIVAL

Il festival religioso Induista di Kataragama (Vedi articolo precedente) si svolge ogni anno nel mese di luglio in una vasta area nei pressi del villaggio omonimo situato nel sud-est dello Sri Lanka, l’antica Ceylon. Questa manifestazione è il più importante e partecipato evento dedicato alla religiosità Induista dell’intera isola, e normalmente ha la durata di una decina di giorni; dedicato al dio Skanda, vede coinvolta buona parte dei fedeli dell’intera nazione, giunta in pellegrinaggio anche da molto lontano.

Ritualità e penitenza

Sostanzialmente parliamo di una sorta di gigantesca purificazione, realizzata spesso tramite ritualità varie e un campionario di atrocità penitenziali. La mortificazione della carne vive la sua apoteosi la penultima notte del festival, tramite una spettacolare e collettiva camminata sul fuoco, elemento rappresentativo della potenza del dio Skanda che tutto distrugge e tutto rigenera.

Attorno ad un’area circoscritta, assai poco illuminata, si riunisce, tramite processione, una folla enorme di fedeli. Arrivano portando offerte votive di cibo, talora con le teste sormontate dai kavadi“, colorati archi di legno. Molti avanzano danzando, alcuni in stato di trance.

Il pavone

Ci sono gruppi in costume, come ad esempio a raffigurare il pavone tanto caro al dio Skanda; c’è chi canta, chi suona i tamburi; molti hanno al seguito il tridente. Tutti si posizionano ordinatamente all’ esterno del recinto, dentro al quale ci sono soltanto gli addetti al culto.

Tomiello SriLanka_005Tomiello SriLanka_006Tomiello SriLanka_007Tomiello SriLanka_008Tomiello SriLanka_009Tomiello SriLanka_010

In quest’area, nel frattempo, viene ripulita una zona destinata ad ospitare una pira formata da un’enorme catasta di legno. Prima di riporvi il legname viene composta una sacra raffigurazione, purificata anch’essa con il fuoco.

Alla fine viene costruita la pira, a cui viene dato fuoco con grande sacralità e con successiva prosternazione dell’intera casta sacerdotale. E così il fuoco divampa, sempre più potente. La temperatura, già di per sé elevata, è ai limiti della sopportazione. Alcuni sacerdoti vagano in stato di trance.

Tomiello SriLanka_015Tomiello SriLanka_016Tomiello SriLanka_017Tomiello SriLanka_019Tomiello SriLanka_020

Tomiello SriLanka_021

Tomiello SriLanka_022

Un tappeto di braci

Dopo un paio d’ore tutta la legna è bruciata, e rimane una montagna di braci, che vengono distribuite sino a formare una striscia lunga una decina di metri. 

Tomiello SriLanka_023Tomiello SriLanka_024

A quel punto inizia la camminata sul fuoco, che coinvolge prima i sacerdoti e poi anche alcuni fedeli. E’ un evento straordinario e per certi versi incomprensibile: alcuni compiono il percorso molto lentamente, apparentemente senza alcuna sofferenza e senza riportare ustioni.

Anche quest’anno il miracolo del dio Skanda è compiuto. 

Tomiello SriLanka_025Tomiello SriLanka_026Tomiello SriLanka_027Tomiello SriLanka_028

Fotografie e testo di Paolo Tomiello


Come per il precedente articolo, tutte le immagini sono state realizzate nel luglio 1995 in diapositiva-colore, recentemente scannerizzate, trasferite in digitale e restaurate.

Circa il rituale della pirobazia, o camminata sul fuoco, vedi anche https://www.cicap.org/n/tags.php?id=67

Informazioni su cfschio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del blog

  • 104.095 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: