Circolo Fotografico Scledense BFI

Di carta

Tsai Lun

Se oggi abbiamo la carta il merito è di Tsai Lun, un dignitario della corte imperiale cinese che nel 105 d.C. inventò un metodo di fabbricazione della carta utilizzando brandelli di stoffa usata, reti da pesca e corteccia d’albero.

Tessaro Papermade_9500.jpg

L’invenzione fu subito un successo e Tsai Lun ricevette tutti gli onori perché era riuscito a trovare un metodo economico per fabbricare la carta e renderla alla portata di tutti; di certo, però, l’uomo non poteva immaginare quale impatto la sua invenzione avrebbe avuto nella storia dell’umanità: senza la carta, infatti, l’evoluzione, la diffusione e la conservazione nel tempo della cultura e delle informazioni sarebbe stata molto più difficile.

Tessaro Papermade_9502.jpg

Marco Polo

Nel suo Milione, Marco racconta di come a Pechino abbia veduto costruire dei fogli utilizzando varie fibre vegetali, come paglia di riso o canna di bambù.

Dalla Cina la fabbricazione della carta passò al Giappone dove divennero altrettanto e forse ancora più abili nel fabbricarla. La scoprirono gli arabi e furono questi ultimi a far approdare il prodotto e i segreti della sua fabbricazione in Europa.

La carta

… è divenuta insostituibile e lo rimane anche oggi quando schermi artificiali di incredibile sottilezza tentano di sostituirla.

Eppure questa resta ancor oggi indispensabile supporto per giornali, libri, quadri, manifesti, … La carta, con opportune e sapienti piegature può diventare perfino scultura, vedi gli origami giapponesi.

Papermade

A Schio la carta diventa protagonista di una mostra, la quarta, che rende omaggio a un personaggio, Raoul Meel, del quale abbiamo già parlato qui: https://circolofotografico.wordpress.com/2017/12/16/leggero-come-la-carta/

Tessaro Papermade_9643.jpg

Tessaro Papermade_9565.jpg

Il titolo della quarta edizione della biennale Di Carta ‘Le cose non necessarie fanno bello il mondo’ è un invito alla riflessione sul ruolo della bellezza nella vita umana e insieme un omaggio a Raul Meel in occasione dell’inaugurazione dell’archivio Meel di Palazzo Fogazzaro a Schio. Lo spunto è infatti tratto dalla sua autobiografia d’artista Osservando le nuvole erranti (2011-2013):

C’è chi crede che la bellezza del mondo sia futile, al contrario, sono le cose non necessarie che fanno bello il mondo”.

Tessaro Papermade_9614.jpg

Tessaro Papermade_9628.jpg

 

In un mondo governato dalle ferree leggi dei bilanci, idolatra del profitto e della produttività, soverchiato da esigenze materiali, è sulla  gratuità, sulla leggerezza, sul tempo perso anziché speso, sull’inutilità ludica del bello che si vuole porre attenzione, invitando gli artisti ospiti a declinare la sregolata legge dell’inutile in opere e figurate riflessioni e a cantare con i segni e la carta la futile necessità della bellezza per i cittadini del XXI secolo.

Tessaro Papermade_9630.jpg

Tessaro Papermade_9624.jpg

Il tema viene affrontato da più di ottanta artisti di tutto il mondo, con una ricchezza di tecniche ed espressioni che anima le sale espositive e intesse una fitta rete di rapporti e contrappunti.

Tessaro Papermade_9635.jpg

Secondo la formula ormai consolidata, una speciale attenzione è dedicata al paese ospite. È questo il turno della Finlandia, le opere dei cui artisti sono state co-selezionate da Seppo Salmi. Proprio alla finlandese Ulla Rantanen sarà conferita la medaglia d’oro alla carriera.

dicarta.jpg

 

Tessaro Papermade_9589.jpg

Vedi anche:


Le fotografie sono di Andrea Tessaro

Informazioni su cfschio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: