Circolo Fotografico Scledense BFI

Un archivio digitalizzato

La digitalizzazione del mondo avanza e mette a disposizione risorse a scala planetaria. Libri, immagini, foto, opere d’arte e manufatti artigianali risiedono fisicamente in  un museo, una biblioteca, un archivio, ma possono essere scansionati, ridotti ad una sequenza di “zero-uno”, letti e riprodotti ovunque sia possibile trasferire quella sequenza di cifre binarie.

Al di là dei tecnicismi, significa che sul mio computer (tablet, smartphone, …) posso vedere quello che è fisicamente depositato in Cile, Singapore o New York, posso scaricarlo sul mio computer, stamparlo con la mia stampante oppure portare il file in un laboratorio fotografico e ottenerne una copia, un fac-simile molto vicino all’originale.

Se ne ho i permessi posso perfino utilizzarlo in pubblico, citarlo e pubblicarlo sul mio blog.

La NYPL

L’occasione di questo articolo è data dal fatto che la New York Public Library (Biblioteca pubblica di New York) ha deciso di aumentare la quantità di opere rese di pubblico dominio.

Free for All: NYPL Enhances Public Domain Collections For Sharing and Reuse

Basta andare nella pagina di ricerca: http://digitalcollections.nypl.org ed esplorare tra 672.182 articoli (ma la cifra che vedrete voi potrebbe essere diversa perché la collezione viene aggiornata in continuazione)

NYPL.jpg

Vi trovate stampe, quadri e, quello che interessa a noi, fotografie. Molte possono essere viste/scaricate in alta qualità. Se volete, potete restringere la ricerca ai soli articoli liberamente riproducibili. Negli altri casi contattate la biblioteca (basta un click).

NYPL ricerca.jpg

Ricordate che la ricerca con parole inglesi ha maggiore possibilità di produrre risultati.

Noi abbiamo provato con la parola slavery (schiavitù) ed ecco pagine e pagine di libri, stampe, quadri e foto sul tema. Basta scaricarli per averli/analizzarli.

nypl.digitalcollections.schiavo al lavoro

Una ricerca con la parola immigrant produce altri interessanti risultati

nypl.donna italiana migrante.jpg

immigrata italiana

nypl.digitalcollections.bambini lapponi.jpg

fanciulli làpponi

Si può esplorare la biblioteca partendo dai ritratti in posa arrivando alla street photography (anche se in molti casi i soggetti, colti per strada, sono indubbiamente in posa)

nypl.digitalcollections.donna e soldato.jpg

soldato e donna davanti a una “casa chiusa”

Interessanti le foto di antichi film

nypl.digitalcollections.Film 1919.jpg

Charles Lucas e Iris Hall in una scena del film The Homesteader (1919)

Troverete moltre foto stereoscopiche (da vedere attraverso un visore che restituisce un’immagine tridimensionale).

nypl.digitalcollections.capi indiani con prigioniere.jpg

Tre capi indiani con due donne bianche (1875 circa)

Cercando, troverete foto in alta definizione e, volendo, potete ordinare delle stampe fine art (ad altissima qualità). I prezzi? Da 50 dollari in su più le spese di spedizione.

Insomma divertitevi a esplorare, oggi anche da casa si può girare per il mondo… anche se non è la stessa cosa mangiare kebab a Istambul o nel baretto sotto casa.


Un ringraziamento.

Questo articolo ci è stato suggerito da un  altro blog che tratta di fotografia. Si tratta di un blog snello con articoli brevi che sempre incuriosiscono: http://pegaphoto.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/01/2016 da in cultura fotografica con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: