Circolo Fotografico Scledense BFI

“ La nostra guera granda”

1915 … con la spada e il tricolor

Un gruppo di giovani con la voglia di fare teatro, di recitare, di conoscere la storia tanto da immedesimarvisi.

Questo lo spettacolo tenutosi al Teatro Civico di Schio il 12 dicembre e replicato a Thiene il 20.

002.2.JPG

004.1.JPG

Lo spettacolo è dedicato esclusivamente al 1915, anno dell’entrata in guerra. Ma la guerra era iniziata un anno prima e le nazioni europee si stavano già macellando in Alsazia, nella Prussia orientale, in Galizia, perfino nell’oriente estremo dato che anche il Giappone è coinvolto nel conflitto europeo.

006.1.JPG

 

007.1.JPGIn Italia si era divisi tra il rispetto di un patto che vincolava l’Italia alle sorti di Austria e Germania e la ragion di stato che suggeriva che all’Austria bisognava chiedere invece che dare; tra chi voleva entrare in guerra per redimere i territori italiani e chi in guerra non ci voleva proprio andare.

 

Le divisioni e i dubbi scendevano dalle sale del governo, dai salotti degli ambasciatori fin nelle povere case di chi viveva in provincia. Gli operai tornavano a casa dal lavoro con l’ansia di trovare la cartolina precetto che li avrebbe strappati alla fabbrica e alla casa.

Poi la guerra è arrivata e sono scomparsi gli uomini.

008.1.JPG

 

 

009.1.JPG

Chi si voleva sposare doveva sposarsi per procura e sarebbero rimasti “sposi in bianco”, gli altri aspettavano, rinviavano a un dopo che non si sapeva quando sarebbe arrivato e magari lui sarebbe tornato senza un braccio, una gamba e chissà se avrebbe potuto ancora lavorare.

Intanto le donne hanno dovuto cominciare a lavorare, non che prima tra lìssia, bucato, bambini e assistenza ai vecchi la fatica mancasse, ma quella era un “destino” non un “lavoro”.

011.1.JPG

E la posta non arrivava mai, il postino era conteso, guardato a vista, osservato fin dall’inizio della via mentre si fermava davanti a una porta e non davanti all’altra e le donne facevano la conta aspettando ansiose che bussasse e, quando lo sentivano passare oltre, l’angoscia aumentava.

Poi, d’improvviso, mentre la donna sta lavando il pavimento con le mani e uno straccio, bussano alla porta. Un sussulto. Non è il postino: è il brigadiere foriero di morte e non bisogna aprire: la notizia della morte va lasciata fuori dall’uscio sperando così che anche la morte se ne vada.

016.1.JPG

018.1.JPG

Un anno all’anno

Lo spettacolo è il primo di dedicato agli  anni della guerra e riguarda lo sconvolgimento del tessuto sociale del  1915 e la presa di coscienza della tragedia

L ‘anno della straffexpedition 1916, di Caporetto e del monte Ortigara 1917, e l’anno della vittoria e fine della carneficina 1918, sono in preparazione per vivere anno dopo anno quallo che era successo un secolo prima.

Le ore piccole

E’ una compagnia teatrale di Schio formata da giovani che amano recitare guidati dalla regia di Rodolfo Anselmi. http://leorepiccole.yolasite.com

Lo spettacolo è stato allestito con l’assistenza storiografica dell’Associazione 4 novembre che già aveva aiutato il Circolo Fotografico per i sopralluoghi sui siti della Grande Guerra.

12346453_1619456618318792_7603601063661071380_n.jpg


Le foto sono di Alessandro Colombo, socio del Circolo Fotografico e membro del direttivo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del Blog

  • 66,658 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: