Circolo Fotografico Scledense BFI

Raccontare per immagini

Se l’informazione è una semplice trasmissione di dati, la fotografia può interpretarla arricchendola visivamente; l’hanno dimostrato alcuni grandi fotografi quali Raymond Depardon, Eugene Smith, Sebastião Salgado

Depardon_Ospedale.jpg

Ramond Depardon. Napoli. Ospedale psichiatrico. 1979.

Un fotografo, come narratore di un evento, deve essere in grado di inquadrare una storia, lo spaccato di un mondo e della sua cultura. Il significato del «raccontare per immagini» risiede proprio nella capacità di riuscire a trasmettere una visione particolare e significativa della realtà nella quale il fotografo è immerso, una realtà senza falsificazioni e senza esagerazioni retoriche.

Il contatto con persone

Nella borsa fotografica, ovviamente, ci dev’essere anche l’attitudine al contatto umano e la curiosità intellettuale che porti a documentarsi sull’evento che si vuole riprendere.

Salgado_Occhi di ragazza.jpg

Sebastiao Salgado

 

Per molti, riprendere la gente, non è cosa facile: l’innata diffidenza dell’uomo per il mezzo fotografico è un aspetto da non trascurare. Ogni persona reagirà in modo differente e il fotografo deve scegliere o rapportarsi in maniera appropriata e mirata alla situazione.

La sequenza di una storia

Per raccontare un evento può bastare una foto ma con una serie di immagini, al pari di una composizione letteraria, si è in grado di creare la sequenza di una storia.

Se una singola foto può fissare nella nostra memoria un momento improvviso ed irripetibile degno di attenzione, più foto possono rappresentare l’anima della costruzione di un fatto durante il suo scorrere.

Nella scelta delle immagini, e nel loro conseguente «photo-editing», è importante che nessuno scatto sia slegato dal lavoro d’insieme, nessuno scatto dev’essere fine a se stesso perché romperebbe l’armonia del racconto.

Metodo (come svolgimento) e studio (come saper vedere) – senza ovviamente tralasciare «la fortuna» – stanno alla base di un buon reportage.

Al raggiungimento dello scopo contribuirà anche un discreto substrato di conoscenza culturale e memoria visiva; la fotografia di reportage non è solo lo specchio della realtà ma un giudizio storico su quella realtà, è la capacità di caricare l’immagine di simboli e implicazioni analitiche.

smith_veglia funebre

Eugene Smith. Spagna. Veglia funebre

Il potenziamento delle suddette capacità, assieme ad un buon intuito nel garantire l’informazione, premetteranno di far conoscere quell’evento dove per evento si intende la situazione geniale capace di creare un racconto tramite un uso corretto del mezzo fotografico; primo pensiero per un buon fotoreporter.

Giancarlo Torresani


 

Prossimamente pubblicheremo degli articoli di Giancarlo Torresani su come organizzare un portfolio.

 


Giancarlo Torresani nasce a Malles Venosta (BZ), già Docente di Scuola Media (Veneto), risiede a TRIESTE.

Interessato ai processi comunicativi svolge attività di operatore culturale nell’ambito della comunicazione visiva come critico ed esperto in lettura di Portfolio. Organizza e conduce stage – seminari – workshops a tema – corsi di lettura e valutazione dell’immagine presso Istituti Sc., Istituzioni Pubbliche, FotoClubs regionali e non. Collabora con alcune riviste di settore nella realizzazione editoriale di opere nell’ambito della fotografia d’autore.

Delegato Prov. e Regionale (1984/’99), Consigliere Nazionale FIAF (1999/’08), già Direttore del “Dipartimento Attività Culturali” (1999/’10) e del “Dipartimento Didattica” (2010/’14). Insignito BFI “Benemerito Della Fotografia Italiana” (1986), riceve dalla FIAP l’onorificenza ESFIAP «Excellence FIAP Pour Services Rendus» (1997). Nel 2002 viene insignito Sem.FIAF «Seminatore FIAF in riconoscimento della sua lunga e proficua opera di insegnamento a favore della fotografia. Nell’ambito della manifestazione “TrapanInFoto” 2012 riceve il Premio alla Cultura Fotografica “Salvatore Margagliotti”.

Socio Onorario UIF (Unione Italiana Fotoamatori) dal 2012.


Di Giancarlo Torresani vedi anche https://circolofotografico.wordpress.com/2015/11/14/pasqua-ortodossa-in-maramures/

Annunci

Un commento su “Raccontare per immagini

  1. Pingback: Vitalba | Circolo Fotografico Scledense BFI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 03/12/2015 da in L'arte di fotografare con tag , .

Statistiche del Blog

  • 66,706 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: