Circolo Fotografico Scledense BFI

Le forme del Silenzio

Tomiello 007

Fotografia e psicoanalisi

“Non ho esperienza di viaggi in luoghi lontani e poco conosciuti; e tanto meno di deserti se non attraverso le bellissime foto di Paolo Tomiello. Ma l’esperienza estetica, il piacere di guardarle, non corrisponde necessariamente all’esperienza di “chi della propria Vita ha fatto un Viaggio e che in ogni Viaggio ha cercato la Vita”.

“Ora, del silenzio ne ho invece un’esperienza si può dire quotidiana, nel chiuso della mia stanza di analisi; dal silenzio accogliente a un silenzio di chiusura, dal silenzio diffidente a un silenzio di affidamento, dal silenzio di culla a un silenzio di tomba. Ma il silenzio con cui l’analista spesso accoglie la domanda del paziente ha soprattutto la funzione di aprire uno spazio segreto e privilegiato …”

“Si tratta di uno spazio che, come quello del deserto, si costruisce nella privazione e nella mancanza: nella rinuncia cioè alla parola conosciuta e codificata …”

Giorgio Sassanelli (1)

Tomiello 020Tomiello 067

Sahara

Sahara significa “grande vuoto” in lingua araba. Sono 9 milioni di kmq di sabbia e roccia. Perché andarci? Sicuramente perché il viaggio nel deserto è di grande bellezza, un viaggio impossibile da dimenticare, ma anche un viaggio difficile da raccontare senza scadere nei luoghi comuni: magici tramonti, cieli trapuntati di stelle, dune spettacolari …

Tomiello 002

Queste immagini ci permettono di scoprire il succedersi degli orizzonti, un paesaggio mutevole e tuttaltro che monotono, dalle imponenti dune alle piatte distese di ghiaia, dagli strani profili dei pinnacoli di roccia erosi dal vento alla parabola sensuale delle dune mobili, spinte dai venti dominanti. Perfetti microcosmi, dove l’uomo è riuscito a vivere in equilibrio con l’inospitale ambiente circostante.

Il deserto è spesso definito un “mare di sabbia” … e del mare ha l’incanto, sempre diverso, sempre uguale.

Tutto insensibilmente cambia: materia, colore e forma. Il vento, signore assoluto di questi spazi, accarezza le rocce, solleva e deposita granelli di sabbia a seconda del peso e del diametro, pennellando il paesaggio con diverse sfumatura di colore…

Giancarlo Torresani (2)

Tomiello 5682Tomiello 5714

Da fotografo a fotografo

Chissà se qualcuno ha detto a Paolo Tomiello che quando è nato aveva già in mano una macchina fotografica. Eh sì, perché Paolo sembra avere un senso innato ed istintivo per la fotografia.

Infatti è mia opinione che non tutti sanno fotografare con semplicità e naturalezza, mentre è vero che molti, pur di raggiungere un qualche risultato espressivo, sono portati a compiere inutili “contorsioni” o “forzature” dell’immagine stessa.

Mi piace la fotografia di Paolo, mi piace perché nelle situazioni in cui si trova compie la scelta che avrei fatto anch’io; perché la sua e la mia sensibilità fotografica evidentemente corrono su due linee parallele.

Dino Sassi (3)

Tomiello 053Tomiello 048

Tomiello 063Tomiello 5705Tomiello 5998


Le presenti foto sono di Paolo Tomiello. Nasce nel 1949 a Schio, dove attualmente vive. Si laurea in Lettere e questa preparazione gli serve per i corsi di fotografia che ogni anno il Circolo Fotografico organizza. E’ attualmente, e da molti anni, Presidente del Circolo Fotografico di Schio


NOTE

(1) Giorgio Sassanelli nasce nel 1932 a Roma, dove tuttora vive e svolge la sua attività psicanalitica.Membro della società Psicanalitica, è docente presso l’ospedale Cristo Re di Roma.Tra i suoi scritti La psicoanalisi e i suoi miti (Roma, 1997) e Narcisismo (Roma, 1998).

(2) Giancarlo Torresani nasce a Malles Venosta (BZ), ha abitato a lungo a Schio, risiede ora a Trieste dopo aver svolto per molti anni l’attività di Docente di Scuola Secondaria di Primo Grado. Da una precedente esperienza maturata nel campo delle arti figurative decide di passare alla fotografia nel 1968. E’ stato Direttore DAC “Dipartimento Attività Culturali” della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche). E’ socio del Circolo Fotografico Scledense.

(3) Vive a Schio dal 1959. E’ fotografo professionista dal lontano 1963. E’ tra i nomi più noti nell’editoria turistica internazionale. La sua attività spazia dal Circolo polare artico ai deserti africani, dalle metropoli americane alle isole Tropicali. Ha pubblicato numerosi libri fotografici, tra questi Schio e Acqua e Lana.

Annunci

Un commento su “Le forme del Silenzio

  1. Pingback: Sossusvlei | Circolo Fotografico Scledense BFI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24/10/2015 da in Gallerie con tag , , , , , .

Statistiche del Blog

  • 66,658 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: