Circolo Fotografico Scledense BFI

Foto e ruote

Fotografare una gara ciclistica.

Come trasmettere a coloro che non l’hanno vista la confusione, il brulichio di persone, il sudore, la fatica, la competizione? Seguiamo Simone passo passo nel suo “racconto”.

 Visitare le officine parlare con i meccanici

03Da quante parti è coposta un biciletta? Poche, in definitiva da un telaio, due ruote, pedali, freni cambio.

Certo, poi ogni parte è composta da parti più semplici, prendete la ruota che mantiene la forma sotto sforzo grazie a qualche decina di sottili bastoncini metallici o il manubrio che si ruò regolare in altezza e inclinazione grazie alle molte parti di cui è composto.

Eppure, anche quando un bicicletta pesa meno di una decina di chili ha, deve avere, una eccezionale rigidità di fronte alle sollecitazioni cui è sottoposta e soprattutto deve essere in grado di ottimizzare lo sforzo dell’atleta.

Visitare l’officina, parlare con i meccanici, guardare le parti di una bici da corsa significa capire un po’ di più il mondo delle due ruote.

Naturalmente un fotografo ha anche un modo particolare di vedere le cose.

Gottardi 09

La gara

Si è fortunati se si riesce a trovare il punto d’osservazione giusto: senza cartelli davanti, senza sfondi ingombranti dietro. L’ideale è trovare un punto di vista da dove si veda una curva e anche un rettilineo.

Ed ecco che arrivano i ciclisti in massa o a gruppetti, in curva sono paurosamente inclinati.

Gottardi 15

il fotografo deve scegliere se adottare il suo punto di vista dove l’orizzonte appare diritto oppure il punto di vista del ciclista dove l’orizzonte appare un piano paurosamente inclinato

Come trasmettere la velocità,

……         la confusione, l’istante in cui i ciclisti ti passano davanti nel tempo di un battito di ciglia durante il quale riesci a sentire il loro respiro?

Usando tempi lenti in modo che l’immagine sia mossa trasmettendo quindi l’immediatezza del passaggio.

Oppure con il panning. La tecnica con la quale la macchina fotografica non resta ferma, ma segue l’oggetto da fotografare finché, dolcemente e senza bruschi movimenti, si decide di scattare.

Gottardi 12Gottardi 10Si avvicina il traguardo

Gottardi 18Fra poco i più veloci forse riusciranno a staccare il gruppo e la competizione diventerà durissima, tutte le forze residue saranno cacciate fuori a forza, faranno traballare la bici, la faccia si deforma, il respiro …. che importa respirare in quell’attimo decisivo?

Gottardi 22Gottardi 23Infine la premiazione, l’italiano Bettini è sul podio più alto, occorre stare attenti a non cedere alla voglia di applaudire, Simone è lì per fare foto, gli applausi verranno dopo.

Gottardi 24Il viaggio è finito, ora si torna a casa a rivedere le foto (prima di mostrarle agli amici).

Gottardi 34


Simone Gottardi è socio del Circolo Fotografico di Schio dal 2002.

Oltre alla fotografia ama lo sport e pratica il ciclismo. Unendo le sue passioni ha realizzato un portfolio sui mondiali di ciclismo su strada, a Stoccarda nel 2007.


Panning

E’ una tecnica fotografica per cogliere soggetti in movimento.

Potete trovare alcune guide a questi indirizzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 07/10/2015 da in Gallerie con tag , , .

Statistiche del Blog

  • 66,706 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: