Circolo Fotografico Scledense BFI

Targhe di guerra

targhe-di-guerraPer la prima volta dopo 100 anni, escono alla luce i reperti originali della Grande Guerra raccolti sulle montagne da Guido Cibin. Fino a oggi i cimeli erano rimasti nascosti agli occhi del pubblico, nell’archivio della famiglia Cibin-Gori.

Si tratta di una collezione composta da numerosi reperti d’epoca, cimeli originali raccolti a fine conflitto sulle zone di combattimento dell’Alto Vicentino.

Segnalazioni di luoghi, indicazioni di direzioni, cartelli di pericolo, istruzioni d’uso, identificazione di salme, di reparti e molto altro, il tutto realizzato prevalentemente in legno.

Targhe di guerra_1574

Guido Cibin

Nato a Oderzo nel 1860 e trasferitosi giovanissimo a Schio, Cibin fu un erudito dalla mentalitù enciclopedica e studioso di tutto ciò che gli capitava tra le mani: dall’archeologia alla letteratura, dalla storia alla botanica, dalla numismatica alla mineralogia. Nei suoi 87 anni di vita Cibin raccolse una collezione monumentale di reperti archeologici e numerosi pezzi scultorei.

Degni di nota e di grandissimo interesse storico tutti gli oggetti relativi al primo conflitto mondiale: distintivi militari, targhette di riconoscimento, medagliette sacre, pazienti lavori di trincea: “un’infinità di cimeli che facilmente arrivavano a lui per spontanea offerta di comandi e di soldati provenienti dalle zone di azione o per la sua attiva ricerca“.

Targhe di Guerra_1543

La raccolta Cibin, ora Cibin-Gori, è ora in comodato d’uso gratuito da parte dei discendenti al Comune di Schio che si impegna ad inventariarne i beni, utilizzando standard internazionali, e a valorizzarli attraverso una mostra permanente e mostre temporanee.

Nella mostra di Palazzo Fogazzaro, aperta fino al 1° novembre, si possono ammirare le tabelle indicatrici presenti nei campi di battaglia dell’Altovicentino (Monte Novegno, Monte Pasubio, Altopiano di Asiago): tali tabelle rappresentano dei reperti storici davvero unici, testimoniando i nomi dei corpi presenti sul fronte, necessità tattiche, nomi di luoghi e la vita quotidiana del fronte.

Targhe di guerra_1626Dal 12 settembre al 1° novembre 2015 nelle sale di PALAZZO FOGAZZARO a Schio

Mostra aperta il sabato e la domenica ore 10,00-12,30 15,00-18,00

Targhe di guerra_1640 Targhe di guerra_1646Targhe di guerra_1612Targhe di guerra_1554Targhe di guerra_1598

La mostra è organizzata con il patrocinio del Comune di Schio e la collaborazione dell’associazione Forte Maso di Valli del Pasubio.


Fotografie a cura del Circolo Fotografico Scledense

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15/09/2015 da in Eventi esterni con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: