Circolo Fotografico Scledense BFI

Il monte Novegno

Nel 1916 sul Monte Novegno c’è stata una battaglia feroce, austriaci e italiani si sono combattuti all’ultimo respiro. Se la Spedizione punitiva o Straffexpedition è stata bloccata, è stata bloccata sul Novegno. Qui molti dei soldati erano vicentini e dai posti di guardia forse potevano vedere la pianura, il fumo delle loro case, i loro campi, i filari delle viti. Immaginando cosa sarebbe successo alle loro famiglie e alle loro proprietà se gli austriaci avessero sfondato il fronte dilagando in pianura, hanno forse trovato la forza di resistere”

Così ci raccontano gli amici dell’Associazione ricercatori storici 4 novembre. Naturalmente è un’ipotesi, difficile trovare la causa definitiva che ha vòlto un avvenimento storico in una direzione anziché in un’altra, ma è significativo di come questi ricercatori cerchino di immedesimarsi nei protagonisti di quella storia.

Il monte Novegno

La conca del Novegno

La conca del Novegno: in alto il cimitero di guerra, in basso la malga, sopra di questa l’osservatorio astronomico

A vederlo oggi si fa fatica a immaginare come doveva essere un secolo fa, denso di baracche, persone, grotte brulicanti di uomini e di micidiali esplosivi.

Ora è una montagna dolce con una cima pianeggiante dove pascolano le mucche, così tranquilla che il Gruppo Astrofili Schio ha piazzato proprio qui il proprio osservatorio astronomico, al centro di una conca protetta dalle luci troppo forti della pianura veneta.

Quando però ci si allontana dalla conca e dal cimitero di guerra che oggi ricorda quei fatti, sui bordi del Novegno si scoprono gallerie, posti d’osservazione, torrette in calcestruzzo, postazioni di tiro. Quelli che allora erano manufatti bellici ora sono posti d’osservazione che offrono scorci impagabili sulla Val Posina o sulla pianura veneta (“si può vedere luccicare la laguna di Venezia” ci dice la nostra guida mostrandoci un riflesso in fondo all’orizzonte).

Uno dei camminamenti

Uno dei camminamenti

Un’uscita fotografica

Novegno

Era il giorno del solstizio d’estate quando siamo saliti sul Novegno, era la seconda volta, perché la volta prima abbiamo rinunciato appena aveva cominciato a piovere.

Il cielo era variabile, le nuvole creavano chiazze di luce tra il verde di prati e boschi, ogni tanto le classiche “marmotte del Novegno” spuntavano tra l’erba a “controllare il loro territorio”.

Incontriamo anche un folto gruppo di ragazzi che vanno a fare campeggio portandosi appresso degli asini.

Anche questa uscita è servita per fare bottino delle foto che serviranno per la grande mostra fotografica di fine anno a Palzzo Fogazzaro.

Vi terremo informati.

Novegno

Novegno

Monte Novegno

La conca del Novegno, a sinistra l’osservatorio astronomico

Ex polveriera recuperata dall'Associazione 4 novembre

Ex polveriera recuperata dall’Associazione 4 novembre

Annunci

2 commenti su “Il monte Novegno

  1. Pingback: Inaugurazione mostra fotografica | Circolo Fotografico Scledense BFI

  2. Pingback: Le montagne della Grande Guerra | Circolo Fotografico Scledense BFI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Statistiche del Blog

  • 66,658 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: